Come verificare se il provider Internet sta limitando la banda

0

In rete si parla sempre di più di questo fenomeno, in particolare alcuni fornitori di servizi Internet rallentano determinati tipi di traffico dati, come il traffico torrent.

Alcuni ISP (Internet Service Provider) rallentano le connessioni dei loro clienti se scaricano troppi dati in un mese. Adesso starai pensando: come posso sapere se il mio provider sta facendo lo stesso con me?

È difficile dirlo. In questa guida ti aiuterò ad effettuare diversi test per vedere se c’è qualcosa che non va.

Traffico della rete Torrent

Cominciamo con uno degli scenari più comuni: il vostro ISP rallenta il traffico torrent oppure è il torrent stesso che è lento?

Neubot è uno strumento utile per testare il traffico di torrent e monitorarlo nel tempo. Scaricate l’applicazione dal sito e installatela. Neubot verrà eseguito in background ed eseguirà i test automaticamente.

Se volete visualizzare l’interfaccia Web di Neubot, cliccate su start e cercate “Neubot”:

Dopo aver aperto l’interfaccia di Neubot, fai click sulla scheda “Privacy”, abilita le opzioni mostrate nell’immagine seguente e clicca su “Save”. Questo permette a Neubot di raccogliere i dati e pubblicare il tuo indirizzo sul web per scopi di ricerca.

Se non desideri farlo, non è possibile utilizzare Neubot.

Questi dati forniscono un’immagine del traffico fornito dagli ISP, e la raccolta di dati è l’unico modo per poter delineare quest’immagine.

Per avviare manualmente i test, selezionate “speedtest” dalla casella di test di avvio manuale, e fate click su “Go”. Neubot eseguirà un test HTTP standard.

Successivamente, seleziona “bittorrent” dalla casella “Test” e fai click su “Go”. Neubot eseguirà un test di velocità BitTorrent.

Come per altri test simili, dovrai eseguire questo test mentre non stai scaricando grandi file.

Controllare i risultati

Fai click sulla scheda “Result” nella parte superiore della pagine per visualizzare i risultati. Nella casella dei test selezionate “speedtest” e cliccate su “Go!”

Ripetete il test selezionado “bittorrent” e cliccando su “Go!”. Per vedere i risultati dei test relativi.

Prendi ovviamente questi risultati con le pinze. Come l’interfaccia di Neubot stessa ti comunica “il test bittorrent è molto diverso da quello più veloce, quindi ci sono casi in cui il confronto tra i due non è fattibile”; in particolare questo messaggio ci indica che tra il test http e bittorrent potrebbero esserci delle differenze sostanziali di velocità, dovute alla rispettiva applicazioni.

Tuttavia, se la velocità di BitTorrent è estremamente bassa rispetto alla velocità HTTP (speedtest), c’è una buona probabilità che il tuo ISP stia in qualche modo limitando il tuo traffico BitTorrent.

Nelle schermate successive, i test sono molto simili, e non c’è nessuna strozzatura:

Come già accennato in precedenza, questo strumento viene eseguito in background ed esegue i test in automatico. In questo modo potete ricontrollare i risultati di tanto in tanto.

Se non desiderate eseguire il bot in background, è possibile disinstallarlo dal pannello di controllo come qualsiasi altro programma.

Limitazioni della larghezza di banda

Il tuo ISP rallenta la connessione perché hai utilizzato troppi dati? Alcuni ISP utilizzano questa logica per fare in modo che tutti gli utenti possano navigare ad una soglia minima di velocità, senza quindi subire rallentamenti per colpa di un altro utente. Questo vale ovviamente anche per gli ISP che forniscono le cosiddette “connessioni illimitate”.

Per verificare se il tuo ISP sta rallentando la banda, puoi misurare la velocità con SpeedTest.

Il mio consiglio è quello di eseguire almeno un test, all’inizio di ogni mese, in questo modo potete verificare se ci sono stati dei cambiamenti:

Questi test sono ovviamente indicativi, tanti altri fattori possono influenzare la vostra velocità. Ad esempio, se tu o qualcun altro della tua stessa rete state scaricando o caricando nel momento in cui eseguite il test, i risultati non saranno esatti.

L’ora del giorno potrebbe influenzare la velocità di connessione ad Internet. Potresti essere più veloce alle 3 del mattino perché la mole di utenti connessi è minore, al contrario delle 21 di sera, dove la maggior parte delle persone sono collegate ad Internet.

La maggior parte delle persone non ottiene la velocità di connessione ad Internet per la quale pagano.

Netflix e Youtube

Se non sei ancora convinto, potresti anche provare il test di velocità Netflix Fast. Netflix ha creato questo test per consentirti di verificare se il tuo ISP sta limitando le connessioni a Netflix.

Confronta i risultati con la velocità rilevata su SpeedTest. Se i risultati di velocità di Netflix sono notevolmente più lenti, è evidente che il tuo ISP sta limitando il traffico:

Google Fornisce inoltre uno strumento chiamato “Google Video Quality” che mostra la qualità della tua connessione ai server di YouTube. Se si dispone di una connessione ad Internet veloce, ma una connessione di scarsa qualità ai server di YouTube, è la prova che il tuo provider di servizi Internet sta effettivamente limitando il traffico di YouTube:

Problemi di interconnessione

Quando ci si connette ad Internet, il traffico attraversa la rete del tuo provider di servizi Internet prima di lasciare la rete dell’ISP, e viaggiare quindi su una rete di altri provider.

Gli ISP possono a volte abbassare le prestazioni di determinati punti di interconnessione, a meno che l’altro fornitore non paghi un costo addizionale all’ISP.

Il test “Internet Health“, controlla la connessione ad Internet al fine di verificare se ci sono problemi di interconnessione. Controllando una serie di percorsi diversi, lo strumento rileverà se ci sono prestazioni “soffocate” tra un punto di interconnessione e l’altro.

Lo strumento esegue diversi test di velocità su diverse reti. Se tutte sono veloci, allora non c’è nessun problema di interconnessione:

Se il tuo ISP sta limitando la tua connessione ad Internet non c’è molto che tu possa fare, purtroppo. Puoi cambiare ISP e cercare di trovare una soluzione migliore, supponendo che l’ISP non disponga di un monopolio nella tua zona. Puoi anche essere in grado di pagare un piano più costoso con una maggiore allocazione di banda, e sperando, che non ci sia nessuna limitazione del traffico.

Autore del blog Digitalart. Programmatore con la passione per i computer, dolci e la cucina in generale. Ama cimentarsi in produzioni grafiche e scrivere articoli interessanti.

Potrebbe piacerti anche...