Come guadagnare denaro giocando ai videogiochi

0

È il sogno di ogni bambino: convincere qualcuno a pagarti per giocare ai giochi che già ti piacciono. E come la maggior parte dei sogni, la realtà è alquanto travolgente. Una carriera come tester di giochi si riduce a essere un elaborato lavoratore di controllo qualità. Ma ci sono altri modi per guadagnare denaro extra giocando a casa. Eccone alcuni.

Scambia oggetti di gioco in contanti

In quasi tutti i giochi multiplayer online, anche i migliori equipaggiamenti e armi sono i più difficili da ottenere. E mentre tu potresti avere il tipo di tempo usa e getta necessario per affondare 200 ore nel dungeon crawling, raiding o drop di bottini randomizzati, non tutti lo fanno. Ecco perché alcuni degli oggetti più rari in giochi come Counter-Strike si vendono per soldi veri su mercati di terze parti. (Sono anche in vendita per i crediti Steam Wallet, ma quei fondi non possono essere scambiati con denaro reale).

DOTA 2, un altro gioco che si basa sul sistema di scambio di oggetti di Steam, ha un’economia simile. I giocatori possono collegare i loro inventari digitali con un sito di vendita online come Loot Market, pubblicare un prezzo per il loro oggetto digitale proprio come se fosse un oggetto reale, e ricevere un credito reale tramite PayPal, Bitcoin, crediti Steam Wallet o anche dei reali trasferimenti bancari. Everquest 2, un MMO di lunga data, consente di acquistare e vendere articoli in-game con denaro reale solo in determinate aree, con una riduzione di ciascuna transazione destinata allo sviluppatore.

È importante notare che mentre la vendita dei tuoi articoli Steam attraverso uno di questi mercati di terze parti è consentita, è piuttosto facile essere truffati, poiché Valve non si assume alcuna responsabilità per le transazioni che avvengono al di fuori del suo sistema. La maggior parte degli altri giochi online proibiscono esplicitamente qualsiasi tipo di trading per i soldi del mondo reale (anche se ovviamente succede più o meno tutto il tempo, vedi sotto). I pochi giochi tradizionali che hanno cercato di avere un facile rapporto con la moneta reale hanno avuto seri problemi con le loro economie. Per questo motivo, non è saggio investire troppo tempo e sforzi in un oggetto di alto valore con l’intento di vendere, quando un venditore o un giocatore senza scrupoli potrebbe lasciarti a bocca asciutta. Fai la tua ricerca prima di provare a vendere da giocatore a giocatore o su un mercato di terze parti.

Scambia denaro nel gioco per soldi veri

Altri giochi ti permettono di tagliare l’intermediario e scambiare la valuta del gioco direttamente con denaro reale. La maggior parte degli MMO e dei giochi gratuiti hanno alcuni meccanismi per lo scambio di valuta reale per monete o crediti digitali, ma nel simulatore di vita perenne Second Life, i giocatori possono trasformare i “Linden Dollars” che hanno guadagnato in gioco in soldi veri tramite bonifico bancario o PayPal (a un tasso di cambio di oltre 200 a uno).

Entropia Universe, un MMO a tema spaziale, consente ai giocatori di acquistare oggetti in-game con denaro reale con un tasso di cambio da $ 1USD a 10PED. Quella valuta può essere trasferita indietro con un tasso di cambio stabile in qualsiasi momento. Lo sviluppatore è così protetto della sua “Real Cash Economy” che alcuni giocatori usano tramite i sistemi fisici One Time PIN.

Altri giochi più piccoli hanno tentato di creare sistemi di Real Cash Economy, con vari gradi di successo, molti rapidamente piegati o mai usciti dallo sviluppo. È un aspetto interessante del mondo in continua evoluzione del gioco, e ci si può aspettare che cresca in modi imprevedibili.

Crea oggetti di tua proprietà

Una delle imprese più redditizie di Second Life è la creazione di mobili digitali e altri accessori da vendere ad altri giocatori. In un caso di vita che imita l’arte, puoi fare la stessa cosa per alcuni dei giochi più popolari di Valve. La maggior parte degli oggetti cosmetici che compaiono nello sparatutto Team Fortress 2 e il gioco di strategia multiplayer DOTA 2 sono stati creati dai giocatori, presentati allo sviluppatore e quindi approvati per la vendita. Ogni volta che altri giocatori spendono soldi veri per questi oggetti, il creatore ottiene una piccola parte, come un autore che riceve i diritti d’autore da una vendita di libri.

Certo, ci sono barriere significative per l’ingresso qui. Chiunque invii articoli per Valve deve avere alcune abilità di modellazione 3D di base e un po’ di esperienza di animazione non guasta. Una volta creato l’oggetto, deve essere votato dalla community e selezionato da Valve… quindi c’è sicuramente un elemento di abilità e creatività qui.

Valve ha brevemente sperimentato mod a pagamento per giochi popolari come The Elder Scrolls V: Skyrim. Ma a causa della natura nebulosa dell’attribuzione nel mercato delle mod, lo schema si disgregò piuttosto rapidamente.

Alternative legittime…

Ovviamente ci sono altri metodi per giocare e fare soldi che non influenzano direttamente le economie in gioco. Ma questi in genere implicano la combinazione della passione per i videogiochi con le abilità del mondo reale e il talento. Gli utenti di YouTube che registrano le loro sessioni di gioco e li caricano con commenti, noti collettivamente come produttori di “Let’s Play” o semplicemente “Let’s Players”, possono guadagnare abbastanza denaro per essere considerati produttori di contenuti professionali. Una variante di questa tecnica consiste nello streaming di video della sessione di gioco corrente dal vivo a un pubblico online con Twitch e servizi simili, guadagnando soldi in pubblicità e donazioni.

I giocatori professionisti, quelli che competono in tornei a livello nazionale e mondiale, possono guadagnare decine di migliaia di dollari per vincere un singolo evento. I giochi più popolari sono i più redditizi, ma i tornei di gioco sono ora così diversi che i generi più competitivi sono coperti, inclusi vecchi giochi di strategia in tempo reale come Starcraft, MOBA come League of Legends e DOTA, sparatutto come Counter-Strike e Overwatch, e giochi di combattimento tradizionali come Street Fighter e Super Smash Bros. (Starcraft è stato scherzosamente definito “lo sport nazionale coreano” per l’enorme circuito nella sola Corea del Sud). Il mercato è così grande ora che i campionati di gioco e le squadre attraggono le società sponsor, proprio come gli sport reali, permettendo ai giocatori di maggior successo di dipendere dalla competizione come un reddito a tempo pieno.

Se non sei un giocatore particolarmente “epico” e ti manca lo showman naturale necessario per attrarre un pubblico dal vivo, c’è un enorme e crescente mercato per il giornalismo di gioco. I giornalisti di giochi che lavorano per pubblicazioni tradizionali e blog online devono tenersi al passo con le ultime novità e tendenze, ma in un senso molto reale vengono pagati per giocare e recensire i videogiochi… purché siano anche scrittori abbastanza decenti. Se la copertura corrente delle notizie o le recensioni a lungo termine non ti interessano, alcuni scrittori guadagnano profitti lucrativi creando guide di giochi e vendendoli su mercati di libri digitali come Amazon Kindle.

Naturalmente, tutte queste vie per la ricchezza dei giochi hanno un grosso svantaggio: hai bisogno di talento e dedizione per trasformarle in un lavoro a tempo pieno. I giocatori e gli streamer devono creare un pubblico stabile e fedele, i giocatori professionisti devono allenarsi per ore al giorno per rimanere competitivi, e i giornalisti di gioco devono spesso passare anni a lavorare praticamente per nulla per creare un curriculum prima di essere assunti in un sito o editore legittimo. Tutte queste carriere sono estremamente competitive perché, beh, alle persone piace giocare ai videogiochi. Mentre lavori per diventare la prossima star di Twitch o un rispettoso recensore, ricorda il tradizionale commento del comico: non lasciare il tuo lavoro diurno.

Opzioni meno legittime…

Solo perché un gioco non ha un’economia ufficiale non significa che non ha alcuna economia. In quasi tutti i giochi multiplayer, c’è almeno qualcuno che è disposto a pagare soldi veri per oro, ingranaggi e persino personaggi nel gioco. Ci sono interi siti di installazione per facilitare lo scambio di denaro reale tra giocatori che hanno beni in-game e altri giocatori che sono disposti a pagare per loro. Si è persino saputo che i giocatori vendono i loro conti Steam, compreso l’accesso a tutti i giochi acquistati all’interno, per migliaia di dollari.

Il problema è che, con l’eccezione dei giochi sopra elencati, la maggior parte dei giochi multiplayer elenca le transazioni al di fuori del gioco stesso come una violazione dei suoi termini di servizio. Pagare soldi veri per quei pantaloni super-lucenti in League of Legends o per quel personaggio completamente livellato in World of Warcraft non è illegale. Ma se gli amministratori del gioco scoprono di essere stati “coltivatori d’oro” o di intermediari di oggetti di valore elevato per denaro contante, possono mettere fuori gioco te e i tuoi clienti per violazione dei termini di servizio.

Questo status di frangia di “mercato grigio” tende ad attrarre molti elementi meno salubri nei mercati dell’oro e degli oggetti fuori gioco. Le truffe e le frodi sono diffuse, anche su siti che insistono nel dire che sono completamente al sicuro. Alla fine della giornata, è probabilmente meglio lasciare che i giochi siano quello che sono: divertimento.

Autore del blog Digitalart. Programmatore con la passione per i computer, dolci e la cucina in generale. Ama cimentarsi in produzioni grafiche e scrivere articoli interessanti.

Potrebbe piacerti anche...