Le migliori soluzioni per raffreddare il PC

0

I computer necessitano di raffreddamento per rimuovere il calore generato dai componenti durante l’uso. Se stai assemblando un nuovo computer, allora dovresti pensare anche ad un buon sistema di raffreddamento.

L’accumulo di calore può danneggiare l’hardware del PC e causare instabilità, qui puoi trovare un articolo inerente. I PC moderni dispongono di sensori che possono arrestare il sistema se la temperatura è troppo elevata.

Dissipatori di calore

Il dissipatore di calore è un sistema di raffreddamento che permette di abbassare la temperatura della componente elettronica. La CPU ad esempio, necessita un dissipatore al di sopra di essa per poter essere raffreddata, ma non è l’unico componente che lo richiede. Anche la GPU (scheda grafica) ha dei dissipatori integrati.

Generalmente i dissipatori sono molto grandi, in tal modo il flusso d’aria spostato sulla parte elettronica, può raffreddare una superficie abbastanza grande.

Pasta termica

Le CPU e le GPU hanno generalmente un composto termico che permette di dissipare il calore. Questo composto viene anche chiamato “grasso termico” o “pasta termoconduttiva”. Questo materiale viene steso sulla superficie della CPU, per poi essere premuto e quindi spalmato dalla pressione del dissipatore.

Questo composto riempie i vuoti d’aria che si formano tra la CPU e il dissipatore, nonché, permette una dissipazione più efficiente del calore.

Bisogna tuttavia prestare attenzione all’applicazione del composto, l’unico modo corretto per applicarlo è semplicemente rilasciare una piccola quantità al centro della CPU.

Tale composto si deteriora nel tempo, per capire se la pasta termoconduttiva non ha più efficacia è possibile rilevare la temperatura a riposo del PC, se è abbastanza elevata, molto probabilmente è necessario cambiarla.

Ventole

Le ventole sono molto importanti all’interno di un case giacché spostano il flusso d’aria calda dall’interno all’esterno. È possibile anche impostare alcune ventole al contrario, e cioè aspirare l’aria dall’esterno verso l’interno.

Ogni case può contenere un numero predefinito di ventole. Prestate attenzione però all’accumulo di polvere che può formarsi tra la ventola e la parte esterna del case. La polvere non è un buon amico per il PC, oltre ad alzare la temperatura interna dei componenti può impedire il corretto flusso d’aria.

Raffreddamento ad acqua

I metodi elencati di sopra sono quelli più utilizzati, ma negli ultimi anni sono cresciute esponenzialmente anche le vendite dei raffreddamenti ad acqua.

Il raffreddamento ad acqua o a liquido, era stato ideato originariamente per i mainframe. Questo tipo di raffreddamento è più efficace rispetto a quello ad aria. Un PC con questo tipo di raffreddamento può essere overclockato ulteriormente (l’overclocking è una tecnica che permette di aumentare la frequenza della CPU, facendola andare più veloce).

Il raffreddamento ad acqua implica una pompa in grado di pompare l’acqua attraverso i tubi che viaggiano all’interno del PC. L’acqua fresca nei tubi assorbe il calore mentre si sposta attraverso il case, un radiatore spinge poi il calore dei tubi verso l’esterno.

Questo sistema è necessario solo se si ha a che fare con un’estrema quantità di calore da smaltire, in caso contrario è sufficiente un sistema ad aria.

Questi raffreddamenti ad acqua sono molto semplici da montare, al contrario di ciò che si pensa, tuttavia costano molto di più rispetto ai normali dissipatori ad aria. Oltre al costo maggiorato, consumano anche più energia, e in generale se un tubo si rompe o il montaggio non è stato dei migliori, beh… ti lascio immaginare cosa può fare l’acqua nel tuo PC.

Raffreddamento ad immersione

Il raffreddamento ad immersione è meno comune, ma ancora più estremo. I componenti del PC vengono sommersi in un liquido termicamente conduttivo, ma non elettricamente conduttivo. In altre parole, non viene usata l’acqua.

Il calore generato dai componenti del PC viene assorbito dal liquido. Il fluido è più efficiente dell’aria per assorbire il calore.

Probabilmente se non sei un fanatico dell’overclocking, un po’ di pasta termica e un dissipatore, con qualche ventola, saranno sufficienti per raffreddare al meglio il tuo PC.

Autore del blog Digitalart. Programmatore con la passione per i computer, dolci e la cucina in generale. Ama cimentarsi in produzioni grafiche e scrivere articoli interessanti.

Potrebbe piacerti anche...