Downgrade grafici e videogiochi

0

Negli ultimi anni grazie all’evoluzione dell’hardware abbiamo assistito ad una miglioria marcata per ciò che concerne la grafica dei videogiochi. Tuttavia la tendenza a strafare ha forse preso un piega sbagliata, complice forse un mercato troppo vasto che va dalle differenti configurazioni hardware, o alla spinta del marketing sul prodotto da vendere.

Quanti di voi dopo aver visto un trailer dalla grafica mozzafiato si son ritrovati tra le mani un prodotto che non rispecchiava quanto mostrato? Negli ultimi tempi abbiamo assistito sicuramente ad un’esponenziale crescita di questo fenomeno, ma perché avviene questo? Perché gli sviluppatori creano un gioco così bello per poi abbassare notevolmente la qualità grafica?

Grafica In-Game vs In-Engine

Probabilmente uno dei casi più eclatanti è quanto accaduto con Watch Dogs, sviluppato dalla Ubisoft. Il gioco venne presentato all’E3 con una grafica che definire da film è poco. La grafica era talmente all’avanguardia che tutti pensarono come fosse stato possibile realizzare un prodotto simile su console obsolete come PS3 e Xbox 360. Poco dopo il lancio nel 2014, il gioco fu massacrato dalla stampa per aver presentato un prodotto completamente diverso da ciò che fu effettivamente venduto. L’immagine seguente vi farà capire le differenze tra quanto mostrato e quanto effettivamente rilasciato al pubblico:

Ci sono molti modi differenti in cui gli sviluppatori possono creare dei trailer per i videogiochi. I trailer basati esclusivamente su CGI, sono realizzati separatamente dal motore di gioco. Questo tipo di trailer include generalmente una grafica cinematica in stile Pixar, e coinvolge i personaggi presenti nella storia impegnati in battaglie o in dialoghi.

Sono presenti delle differenze tra i trailer CGI e In-Game, a differenza del primo il secondo viene realizzato spingendo al limite la grafica dei modelli 3D (generalmente su un PC molto potente), prendendo però delle scene che il giocatore troverà comunque nel prodotto finale.

È molto semplice lavorare In-Engine e realizzare un buon prodotto in quanto lo sviluppatore può ottimizzare le risorse che sta impiegando il motore di gioco. Ad esempio potrebbe scegliere di aggiungere eventi scriptati, cioè situazioni che si verificherebbero comunque indipendentemente dalle vostre azioni, in tal modo non verrebbero utilizzate altre risorse per il calcolo di dinamiche casuali. Un buon sviluppatore inoltre, sa come ottimizzare la grafica senza impegnare troppo le risorse hardware.

Differenze Hardware

Faccio una parentesi, che probabilmente richiederebbe un articolo a parte, tuttavia è bene sottolineare anche i fattori hardware che inevitabilmente sono quelli che più influiscono sulla qualità grafica.

La grafica su console è generalmente inferiore rispetto a quella di un PC, qualsiasi paragone tra i due sistemi di gioco non avrebbe senso. In rete si trovano molti confronti tra la grafica di un gioco per PC e console, tali paragoni sono però fini a se stessi. Il fatto è che i produttori di console non possono creare un sistema di gioco che può competere con il PC per le seguenti ragioni:

  • Accessibilità: una console di poche centinaia di euro avrebbe molte vendite, soprattutto se il parco giochi è ampio, questo però ne limita la potenza hardware, i produttori sceglieranno componenti non eccelsi, puntando tutto sull’ottimizzazione software.
  • Gestione dei componenti: una console è una macchina che ha un ciclo di vita limitato, questo perché i componenti utilizzati dai produttori non possono essere aggiornati, facendo si che tale configurazione hardware nasca e muoia con quel tipo di hardware. Il PC è invece aggiornabile, se notiamo che la scheda video non è più in grado di elaborare determinati contenuti possiamo scegliere di cambiarla.

Con questo termino la parentesi inerente alle differenze hardware.

Grafica In-Game

I filmati “In gioco” possono essere alterati. Ci sono delle impostazioni di gioco disponibili solo per gli sviluppatori, tale configurazioni richiederebbero un hardware molto potente e sarebbe inutile inserirle nel prodotto finale.

Molti utenti giungono alla conclusione che gli sviluppatori ci illudono. In realtà questo non è del tutto vero, in quanto alcuni di loro hanno delle grandi idee che però si scontrano con la potenza limitata dell’hardware, e in alcuni casi con un budget ristretto. Proprio per questo motivo in ambito di produzione bisogna poi ridimensionare gli elementi grafici del gioco, per evitare che tutto giri al meglio per tutti.

La questione che però lascia più a desiderare è che molti sviluppatori trascorrono mesi per creare una sezione di gioco adatta per un trailer In-Game. Questo tempo si potrebbe benissimo impiegare per ottimizzare al meglio le prestazioni complessive del titolo.

Autore del blog Digitalart. Programmatore con la passione per i computer, dolci e la cucina in generale. Ama cimentarsi in produzioni grafiche e scrivere articoli interessanti.

Potrebbe piacerti anche...