Che cos’è Microsoft Azure?

0

Se hai seguito le recenti notizie di Microsoft, è probabile che tu abbia sentito parlare di Microsoft Azure, precedentemente noto come Windows Azure. Questo servizio di cloud computing è una parte importante del business di Microsoft e compete con servizi simili di Amazon e Google.

Azure era nelle notizie ultimamente grazie ai difetti della CPU Meltdown e Spectre, che hanno conseguenze ancora più grandi per i servizi di cloud computing, come Azure, di quanto non lo siano per i normali PC. Per fortuna, Microsoft ha già implementato una soluzione Meltdown per Azure. Ma che cos’è Azure, comunque?

Spiegazione del cloud computing

Microsoft Azure è un servizio di cloud computing che funziona in modo simile ad Amazon Web Services (AWS) e Google Cloud Platform.

Per “cloud computing”, non si intende il termine vago che viene spesso applicato ai servizi di consumo che memorizzano i dati su un server remoto da qualche parte. Ma si intende in questo caso un servizio per aziende, organizzazioni e persino individui che vogliono trarne vantaggio.

Tradizionalmente, le aziende e altre organizzazioni avrebbero ospitato la propria infrastruttura. Un’azienda avrebbe il proprio server Web (o server di posta elettronica o qualsiasi altra cosa) sul proprio hardware. Se fosse necessaria più potenza, l’azienda avrebbe dovuto acquistare più hardware del server. L’azienda dovrebbe anche pagare qualcuno per amministrare l’hardware e pagare per una connessione Internet solida per servire i propri clienti. In alternativa, ci sono società di hosting che ospitano i tuoi servizi su alcuni dei loro hardware nei loro data center, a pagamento.

Il cloud computing funziona in modo leggermente diverso. Piuttosto che eseguire il proprio hardware o pagare per l’utilizzo di hardware specifico nel data center di qualcun altro, si paga solo per l’accesso ad una grande quantità di risorse informatiche fornite da Microsoft (o Amazon o Google). Ciò consente di ospitare server Web, server di posta elettronica, database, server di archiviazione di file, macchine virtuali, directory utente o qualsiasi altra cosa che si possa desiderare. Quando hai bisogno di più risorse di calcolo, non devi acquistare hardware fisico. Il “cloud” condivide l’hardware e assegna automaticamente il lavoro, se necessario. Paghi per quante risorse di calcolo hai bisogno.

I servizi che distribuisci, in questo modo possono essere server pubblici disponibili per tutti, o parte di un “private cloud” che è usato in un’organizzazione.

Qual è il punto?

Quando si utilizza il cloud computing, c’è un costo iniziale molto ridotto. Non è necessario investire un sacco di soldi per creare il proprio data center, acquistare hardware per questo e pagare uno staff. Non c’è il rischio di strapagare troppo per l’hardware – o di acquistare troppo poco e di non avere ciò di cui hai bisogno.

Paghi solo le risorse di elaborazione che usi, mentre le usi.

Per questo motivo, tutto, dal sistema di posta elettronica interno di un’azienda ai siti Web pubblici e ai servizi per le app mobili, vengono sempre più ospitati sulle piattaforme cloud.

Cosa può fare Microsoft Azure?

Il sito Web di Microsoft Azure fornisce una directory di centinaia di servizi diversi che è possibile utilizzare, tra cui macchine virtuali complete, database, archiviazione di file, backup e servizi per le app mobili e Web.

Questo servizio era originariamente chiamato “Windows Azure”, ma è passato a “Microsoft Azure” perché può gestire molto più di un semplice Windows. Ad esempio, è possibile eseguire macchine virtuali Windows o Linux su Azure, a seconda di quale si preferisce.

Scavando tra queste centinaia di servizi, vedrai che puoi fare praticamente qualsiasi cosa. E per tutto ciò che Azure non offre in un servizio semplice, puoi configurare una macchina virtuale Windows o Linux che ospita qualsiasi software tu voglia usare. È persino possibile ospitare un desktop Windows o Linux nel cloud su una macchina virtuale e collegarsi in modalità remota. È solo un altro modo di utilizzare le risorse di elaborazione remota.

Molto di ciò che fa Azure non è esclusivo di Azure. Amazon, Microsoft e Google sono in competizione. Ad esempio, Amazon Web Services è il leader nel settore, sia per le offerte di Microsoft che per quelle di Google.

Azure Active Directory e Windows 10

Microsoft sta inoltre utilizzando Azure per estendere Windows. Tradizionalmente, le organizzazioni che desideravano avere una directory utente centrale e la gestione dei propri PC necessitavano di eseguire il proprio server Microsoft Active Directory. Ora, oltre al tradizionale software Active Directory che può essere installato su un server Windows, un’organizzazione può utilizzare Azure Active Directory.

Azure AD è lo stesso tipo di attività, ma è ospitato su Microsoft Azure. Consente alle organizzazioni di disporre di tutte quelle funzionalità di amministrazione centralizzata senza richiedere loro di ospitare il proprio server Active Directory (e impostare l’infrastruttura spesso complicata e le autorizzazioni di accesso necessarie per farlo funzionare in remoto).

Chiunque può utilizzare Azure

Chiunque può utilizzare Microsoft Azure. Vai al sito Web di Azure e potrai registrarti per un nuovo account. Ogni account ha un credito di $ 200 che puoi utilizzare nei primi 30 giorni, quindi sarai in grado di iniziare e vedere come funziona Azure per te. Hai anche un certo numero di servizi gratuiti per il primo anno, incluso l’accesso a macchine virtuali Linux, macchine virtuali Windows, archiviazione di file, database e larghezza di banda.

Naturalmente, tutto ciò è davvero utile per le persone e le organizzazioni che desiderano ospitare servizi o sviluppare applicazioni. Se sei solo un utente Windows o un utente di un’altra piattaforma, non è necessario utilizzare questa roba. Ma gli sviluppatori che creano e ospitano le tue applicazioni spesso utilizzano servizi come Azure. E se possiedi una società, potresti essere in grado di risparmiare denaro (e alcuni grattacapi) lasciando che Azure gestisca la tua infrastruttura.

Autore del blog Digitalart. Programmatore con la passione per i computer, dolci e la cucina in generale. Ama cimentarsi in produzioni grafiche e scrivere articoli interessanti.

Potrebbe piacerti anche...