Cos’è il 5G e quanto sarà veloce?

0

Non è possibile sfuggire alla campagna pubblicitaria 5G del CES 2018. Tutti, da Samsung a Intel a compagnie di telefonia mobile e società di smartphone, vogliono farvi sapere quanto sarà fantastico il 5G. Samsung lo ha chiamato “fibra wireless”, promettendo internet super veloce a bassa latenza ovunque. Il 5G dovrebbe essere più veloce di una normale connessione internet via cavo ad oggi… ed è anche wireless.

Cos’è il 5G?

5G è lo standard del settore che sostituirà l’attuale standard 4G LTE. 5G significa semplicemente “quinta generazione”: infatti è la quinta generazione di questo standard.

Questo standard è progettato per essere molto più veloce dell’attuale tecnologia 4G LTE. Non si tratta però solo di accelerare le connessioni internet degli smartphone. Si tratta di abilitare internet wireless più velocemente ovunque, per tutto: dalle auto connesse, ai dispositivi smarthome e Internet of Things (IoT).

In futuro, il tuo smartphone e tutti gli altri dispositivi che hai, useranno il 5G invece della tecnologia 4G LTE che probabilmente utilizzano oggi.

Quanto sarà veloce il 5G?

Le aziende tecnologiche stanno promettendo molto dal 5G. Mentre il 4G supera i 100 megabit al secondo teorici (Mbps), il 5G supera i 10 giga bit al secondo (Gbps). Ciò significa che il 5G è cento volte più veloce dell’attuale tecnologia 4G (massima velocità teorica).

Ad esempio, la Consumer Technology Association ha sottolineato che, a questa velocità, è possibile scaricare un film di due ore in soli 3,6 secondi su 5G, contro 6 minuti su 4G o 26 ore su 3G.

Non è solo velocità effettiva. 5G promette di ridurre significativamente la latenza, il che significa tempi di caricamento più rapidi e una migliore reattività quando si fa qualsiasi cosa su Internet. Nello specifico.

A queste velocità, 5G batte le attuali connessioni Internet via cavo ed è più simile alla fibra.

I presentatori volevano che pensassimo al 5G come a un sistema di internet super-veloce, praticamente illimitato ovunque e a tutti i dispositivi. Naturalmente, nel mondo reale, i provider di servizi Internet impongono limiti di dati. Ad esempio, anche se il tuo gestore di telefonia mobile ti ha fornito un limite di dati di 100 GB, che è molto più grande della maggior parte dei piani di oggi, potresti superarlo in un minuto e 20 secondi alla massima velocità teorica di 100 Gbps. Non è chiaro come gli operatori gestiranno la situazione.

Come funziona il 5G?

Il nuovo standard utilizzerà una nuova banda di spettro radio rispetto al 4G. Il 5G sfrutta le “onde millimetriche”, trasmesse a frequenze comprese tra 30 e 300 GHz rispetto alle bande inferiori a 6 GHz utilizzate in passato. Questi erano precedentemente utilizzati solo per la comunicazione tra satelliti e sistemi radar. Ma le onde millimetriche non possono facilmente viaggiare attraverso edifici o altri oggetti solidi, quindi il 5G sfrutterà anche “piccole celle”, cioè piccole stazioni in miniatura che possono essere posizionate ogni 250 metri in tutte le aree urbane densamente popolate. Queste fornirebbero una copertura di gran lunga migliore in tali luoghi.

Queste stazioni base usano anche “MIMO”. MIMO sta per “multiple-input multiple-output”. Potresti persino avere un router wireless di casa con la tecnologia MIMO, il che significa che dispone di molte più antenne che può usare per collegarsi a più dispositivi wireless contemporaneamente. MIMO userà dozzine di antenne su una singola station. Approfitteranno inoltre del beamforming per dirigere meglio i segnali. Dirigendo il segnale wireless in un raggio puntato verso il dispositivo e riducendo le interferenze per altri dispositivi.

Le stazioni base 5G funzioneranno anche in full duplex, il che significa che possono trasmettere e ricevere allo stesso tempo, sulla stessa frequenza. Oggi devono passare dalla modalità di trasmissione a quella di ascolto, rallentando le cose.

Quando sarà disponibile?

Negli Stati Uniti, Verizon inizierà a lanciare una versione non standard di 5G nella seconda metà del 2018, utilizzandola per l’accesso a Internet in cinque città. I telefoni cellulari che supportano il 5G non sarebbero in grado di connettersi, servirà soltanto per offrire una modalità di connessione senza fili casalinga.

AT & T promette di iniziare a lanciare 5G per i telefoni verso la fine del 2018, ma il vero e diffuso impiego del 5G probabilmente non inizierà fino al 2019. T-Mobile ha promesso di iniziare il lancio nel 2019, con “copertura nazionale” nel 2020. Sprint ha annunciato che inizierà a distribuire 5G alla fine del 2019. Con programmi come questi, la tecnologia 5G probabilmente non sarà diffusa fino al 2020, al più presto.

Qualcomm, che realizza i chip utilizzati in molti telefoni Android, ha promesso telefoni 5G per il 2019. E sì, avrai bisogno di un nuovo telefono che supporta il 5G.

Nei prossimi anni sentirai parlare molto di più del 5G quando l’implementazione inizierà, ma la macchina pubblicitaria sta già iniziando. Prendi le massime velocità teoriche come un pizzico di sale e preparati ad aspettare qualche anno per una copertura capillare, ma sii eccitato: internet wireless sta per diventare molto più veloce.

Autore del blog Digitalart. Programmatore con la passione per i computer, dolci e la cucina in generale. Ama cimentarsi in produzioni grafiche e scrivere articoli interessanti.

Potrebbe piacerti anche...